giovedì 27 luglio 2017

Presentazione "NON SO SE ODIARTI O AMARTI" di Corinne Savarese e Lidia Ottelli


Titolo: Non so se Odiarti o Amarti
Autore: Corinne Savarese e Lidia Ottelli
Editore: Self Publishing
Genere: Contemporary Romance
Pagine: 200 circa
Prezzo Kindle: EUR 2,99 sarà disponibile su KU
Cartaceo: ….
Uscita  ebook 30 Luglio 2017





Sinossi

Il colpo di fulmine esiste veramente?
Alice, la rigorosa dottoressa con una vita già scritta nel destino, ha ormai perso le speranze e quando, dopo una notte di follia, si sveglia accanto a uno spogliarellista vestito da pompiere, il suo castello di carte crolla in un istante.
Gabriel è tutto quello che una donna potrebbe mai sognare. Bello, affascinante, carismatico, arrogante e… bugiardo!
Se a tutto questo aggiungiamo una location da sogno, amici/nemici in comune, un matrimonio e una sfortunata serie di eventi, per Alice non sarà proprio il Paese delle Meraviglie.
Riuscirà Gabriel a farla cadere nella sua tana, senza che entrambi diano il peggio di loro stessi?




Biografia

Corrine
Nata e cresciuta a Milano, ha studiato lingue straniere. Lettrice compulsiva, arriva a divorare fino a sette libri a settimana, in inglese o in italiano. Non guarda televisione se non per le serie che segue, esclusivamente in lingua originale. Adora scrivere e lo fa solo di notte, quando il silenzio e il buio le permettono di entrare nel suo mondo di parole di carta e inchiostro. Durante questo unico momento di solitudine e relax prende vita una Corinne che nemmeno i più cari conoscono. Ecco come sono nati "Cara cognata, ti odio!" "Finché suocera non ci separi", “Mr Cupido”, "(Es)Senza di te" e “Una Str…ega sotto l’albero”, questi ultimi due, editi da Rizzoli, e infine “Non so se odiarti o amarti” scritto a quattro mani con la sua amica e collega autrice Lidia Ottelli.

Lidia
Nata nel 1976 in provincia di Brescia.
È una lettrice compulsiva, ama le serie tv e i manga.
Ha pubblicato alcuni racconti in antologie di piccole case editrici, è ideatrice del blog, gruppo e della pagina Facebook Il Rumore Dei Libri, scrive con altre blogger sul riviste online. Ha pubblicato con Newton Compton Odio l’amore, ma forse no, Fino all’ultimo battito e Emma in Love e infine “Non so se odiarti o amarti” scritto a quattro mani con la sua amica e collega autrice Corinne Savarese.



Estratti

ALICE
Ci siamo! Sono rimasta soltanto io… e non stiamo parlando di Highlander.
Sono l’ultima zitella tra tutte le mie amiche. Con Annalisa se n’è andata l’ultima possibilità di non sentirmi la povera sfigata. Quella che a trent’anni è ancora sola. Quella che, quando le amiche delle zie o della mamma, chiedono «E tu, sei sposata?» e risponde che no, non lo è, la guardano con quell’aria compassionevole da “Devi per forza avere qualcosa che non va se alla tua età ancora non sei accasata.” Fanculo la compassione e fanculo voi, vecchie. Pensate alla vostra artrite! E poi abbasso gli occhi, sentendo l’umiliazione bruciarmi le guance, mentre vorrei rispondere che ho mille gratificazioni che mi riempiono la vita e, nel frattempo, ho fatto un sacco di altre cose e raggiunto traguardi che loro nemmeno si sognano.


GABRIEL

«Ho una fame! Che ne dici di prepararmi la colazione?» chiede, sedendosi sul letto con aria avida.
Sorrido e con nonchalance le rispondo:
«Io te la preparerei anche, ma non ho nulla in casa. Sai, non faccio mai colazione qui.»
Non esiste. Nella mia vita ci sono delle regole da rispettare.
· Regola numero uno: non farle fermare per la colazione. Troppo intimo.
· Regola numero due: non permettere che rimangano più di mezz’ora dopo il buongiorno.
· Regola numero tre: niente baci d’arrivederci. Nottata finita, scopata finita, rapporto finito.

Recensione "CERCAMI...IO SONO QUI" di Chiara Cipolla




SINOSSI

Carlotta e Jorg, luce e buio, bianco e nero, irreparabili opposti? 
Oppure Yin e Yang, dove una punta di oscurità s’annida sempre nella luce e una sorgente di luce germoglia irresistibilmente dal buio? 
Certo, non sarà facile riconoscere quel piccolo raggio di sole, se è barricato dentro l’involucro di un arrogante e presuntuoso avvocato svizzero di 33 anni, bello come Brad Pitt in “Vento di passioni” e altrettanto ostile e inaccessibile.
Di fronte Carlotta, a prima vista l’incarnazione della purezza, che cela una ragazza forte e indipendente, che sa quello che vuole e cerca con determinazione di conquistarlo. 
Le loro anime si incontrano come spade in un duello. Sin dal primo momento c’è una forte attrazione reciproca ed unica che non è solo fisica: è istintiva, è intellettuale, è, soprattutto, spirituale. Tutto fra loro è in sintonia profonda ma al tempo stesso lontano anni luce da quanto entrambi si aspettano dalla vita. Così si incontrano e scontrano, si cercano e respingono, si amano e ferisco innumerevoli volte. 
Riusciranno a cessare questa lotta una contro l’altro e al contempo contro i propri pregiudizi? A trovare un equilibrio nell’inseguirsi degli opposti, al di là di un mero sogno d’amore? E riuscirà, ognuno dei due, a rinunciare a se stesso per divenire l’altro?



LINK D'ACQUISTO



RECENSIONE

Galeotto fu il libro e chi lo ha scritto


Così recitava il sommo poeta. E galeotto del romanzo di Chiara è quel genere rosa che tante generazioni di donne ha accompagnato. Madri, figlie, nonne e bisnonne cresciute sospirando e versando lacrime di commozione su quelle pagine rese eterne dalle emozioni che hanno nutrito, da sempre, quel colore che deve adornare i sentimenti. Se i sentimenti non sono rosa, scappate, fuggite via lontano.

La protagonista Carlotta è come la Catherine di Cime Tempestose, indomita a volte ribelle, o come la Elizabeth di Orgoglio e pregiudizio, spigliata e sagace. Ma anche fuori dal tempo e dalle convenzioni come la tanto amata Jo di Piccole donne, anacronistica per tempi cosi rigidi, che si nutrivano di svenevoli eroine lacrimose, non così tanto distanti dalla nostra epoca un po' vezzosa.

Se il testo appare in una prima superficiale lettura il trito e ritrito schema del bello e dannato ricco e altèro che insidia le grazie della dolce e ingenua protagonista, una sorta di Cenerentola moderna tutta battiti di ciglia e languidi sorrisi, la Cipolla sa, invece, spiazzare tutti, infondendo con grazia rara una note di freschezza e di bellezza nella trama arricchendo i suoi personaggi del vitale flusso di emotività per nulla scontata o banale, rifuggendo da essi il rischio ( non così raro nel rosa) di creare facili cliché, un po' noiosetti e senza corposità. Tutto questo adornando l’irruenta arroganza di Jorge, maschio alfa del branco, con una profonda fragilità resa ancor più pesante da un fardello di traumi passati, di problematiche trattate con sapienza e attenzione, tanto da commuovere nel profondo anche gli animi più tetri. E la protagonista Carlotta si libera dalla sua apparenza da svampita Cinderella arricchendosi della forza, mai rassegnata di chi sa reagire di fronte a sogni spezzati, con grinta ricostruendosi e reinventandosi giorno per giorno. E cosi, il nostro libro di evasione, diviene uno spaccato di quella
conosciuta commedia umana che narra, mostra e perché no, analizza la difficile strada che porta all’incontro con l’altro. Pregiudizi, orgoglio, fraintendimenti e paure divengono i nuovi ed eterni temi su cui, anche un libro di facile fruizione, per il linguaggio scorrevole e dalle immagini potenti, può far riflettere. Il lettore avvinto dal susseguirsi di eventi inaspettati, che spesso lo lasciano basito, riesce tuttavia a ritagliarsi un istante per immedesimarsi, riconoscersi e pensare alla sua vita, al suo passato e al suo presente. E pensare che grande dono può farci un semplice scritto!

Perchè in fondo, ci ricorda l’autrice l’amore è un semplice e complesso viaggio che è e resterà sempre atto spremo di coraggio e percorso unico e inimitabile di crescita interiore. E si cresce se si riesce a comprendere come il ruolo o le maschere che indossiamo non sono altro che veli che coprono il nostro vero io. La nostra anima autentica la può svelare soltanto un banale, ma tanto decantato sentimento come l’amore:


Quando l’amore vi chiama, seguitelo. 
Anche se le sue vie sono ardue e ripide. 
E quando le sue ali vi avvolgeranno, 
affidatevi a lui. Anche se la sua lama, 
nascosta tra le piume vi può ferire. 
E quando vi parla, abbiate fede in lui. 
Anche se la sua voce può distruggere i vostri sogni 
come il vento del nord devasta il giardino. 
Poiché l’amore come vi incorona così vi crocifigge. 
E come vi fa fiorire così vi reciderà.



Ecco cosa raccontava sull’amore il poeta libanese Gibran. L’amore distrugge per ricostruire, ferisce per potere curare ma soprattutto si nutre della nostra fragilità per renderci più forti. Ecco il segreto di questa storia d’amore dal sapore unico e differente, rispetto ai rosa che oggi tanto attraggono le nostre figlie e le madri. Non è il potere, il sesso a unire questi due ragazzi, ma è la
scoperta della fragilità dell’uno negli occhi dell’altro. come racconta Carlotta del loro primo incontro:


E’ stato quando ho visto la sua fragilità che il mio cuore è andato in pezzi…
E’ stato quando mi ha chiesto scusa per come si era comportato.
E’ stato quando se ne è andato con quell’aria afflitta.
E’ lì che mi sono presa una sbandata colossale per lui.


Innamoratevi del lato meno appariscente di una persona. Di quella sua ari smarrita ma profondamente umana, di quel bisogno di calore, di un abbraccio di profonda unione con l’altro. Solo vedendo davvero in fondo a una persona riconoscendo la sua anima come affine che potrete superare indenni le mille tempeste della vita.

Leggo Chiara e mi sembra di scorgere un viso conosciuto, il volto benevolo di una scrittrice che fu la prima a mettere i suoi protagonisti nudi uno davanti all’altro (ovviamente in senso figurato) la tanto acclamata e mal compresa Jane Austen. Sono convinta che leggeva con me il testo di questa giovane autrice, leggeva la delicata descrizione dei sentimenti, delle problematiche di quell’eterno cercarsi rincorrersi e stentare a trovarsi. Sentimenti non scontati e non traditi sull’altare degli stereotipi ma che dannò la visuale di una splendida umanità complessa e variegata. Tutto questo le strapperò un sorriso e a dire il vero, lo strapperà anche a me.

Che le mie parole, umili sicuramente, ti siano da sprone a scrivere, scrivere senza sosta, perfezionando una tecnica già interessante a livello artistico. Che ti possano aumentare l’imperterrita volontà di conquistare sempre maggiore maestria. Perché tu non perda mai la semplicità lodevole che oggi ti accompagna nel rincorrere il tuo sogno. perché tu non dimentichi, sull’altare dell’immediato consenso dei molti, la meraviglia della semplicità, che è e deve restare il tuo punto di luce. Che tu non rincorra l’ossessione del maestoso dettagli scenico, dell’eccesso che farà tanto scalpore ma dona al lettore vero, tanta tristezza. È la profondità soave di questo scritto, quello che
sai infondere a ogni frase la vera arte. E l’arte è silente, mai disarmonica. Non perderla mai.

5 Stelle


mercoledì 26 luglio 2017

Anteprima "E' SOLO COLPA TUA" di Robin C. (NEWTON COMPTON)



SINOSSI


Numero 1 del passaparola
Dall'autrice del bestseller Tra di noi nessun segreto

Andrew Thomas Carmody è un giovane medico dall’avvenire luminoso. Futuro primario di neonatologia, è considerato una leggenda vivente all’interno del Presbyterian, l’ospedale in cui lavora. È un uomo dall’aspetto affascinante: alto, atletico, con un viso dai lineamenti virili e dai colori delicati, una vera calamita per gli occhi di ogni donna e al contempo una chimera per chiunque lo corteggi. Andrew è infatti felicemente sposato con il suo primo amore, Alexandra, ideale di grazia e bellezza femminile. La loro è una storia d’amore da favola, fino a quando il corpo scandaloso e l’esplosiva audacia della giovane Evalyn non si insinuano in quel quadro perfetto mandandolo in pezzi. Sensualità e scene di realismo straordinario, sentimenti e sensazioni accompagneranno il lettore in una dimensione nuova. Lasciarsi andare e godere di ogni singolo istante passato in compagnia dei protagonisti di questa storia incendiaria sarà l’unica via possibile.
Il nuovo romanzo di Robin C. è un viaggio nel mondo del proibito che sconvolge e seduce fino all’ultimo respiro
Hanno scritto di Tra di noi nessun segreto:

«Dopo due notti insonni passate a leggere, sono rimasta senza parole. Sconvolta da ciò che sono stata in grado di sentire, provata dagli innumerevoli sentimenti contrastanti che si sono insinuati con prepotenza dentro di me. Un libro che consiglio tantissimo.»
«L’ho letto tutto d’un fiato. È una storia avvincente, ci sono proprio tutti gli ingredienti: passione, amore, paura, suspense.»

Robin C.

È lo pseudonimo di una scrittrice che ha scalato le classifiche sul web e ha ottenuto recensioni entusiastiche dai suoi lettori. Con la Newton Compton ha pubblicato Tra di noi nessun segreto, diventato un bestseller e È solo colpa tua.






RECENSIONE

Salve amici librosi, oggi sono qui per parlarvi in anteprima di “È solo colpa tua” di Robin C. edito Newton Compton Editori disponibile dal 26 luglio sui maggiori store online sia in ebook che in cartaceo. Ho letto tutto d’un fiato questo romanzo e quando sono giunta alla fine ho esclamato una sola parola: WOW! Avevo già letto di quest’autrice “tra di noi nessun segreto” e devo dire che l’opinione che mi ero fatta su di lei era giusta: è brava. Il suo stile è diretto, pulito, senza troppi fronzoli e nonostante lei narri in terza persona, la storia ti travolge e ti sconvolge fin dalla prima pagina. Molte di voi conosceranno già il bel protagonista di questa storia, poiché la prima parte di questo romanzo è stata pubblicata in versione self dall’autrice nel lontano marzo del 2014. Andrew Thomas Carmody è un giovane medico affascinante dall'avvenire luminoso e futuro primario di neonatologia.

“Lui era nientemeno che Andrew Thomas Carmody, futuro primario di pediatria, Golden Boy dell’ospedale, dotato di carisma e mani d’oro. Una leggenda vivente a meno di trent’anni.”

Come in ogni romance arriva il punto di rottura. Nonostante Andrew abbia una casa, il lavoro e la moglie perfetta, la sua vita va in pezzi, lasciandolo solo e stravolto a lottare con il suo lato oscuro. Il bel dottore stanco della sua perfezione butta tutto a puttane quando incontra lo sguardo malizioso e sensuale della bella Evalyn. Entra così in una spirale fatta di sesso, rimorsi e senzi di colpa che cerca di mettere a tacere senza successo.

“Tutto in lei aveva il sapore del peccato. Il suo trucco eccentrico. I suoi abiti troppo corti. I suoi top scollati. I suoi tacchi esagerati. Le parole maliziose che uscivano dalla sua bocca. E, nella luce perversa dei suoi occhi, vide se stesso potente.”

Continua a tradire sua moglie, felice di saperla impegnata nel corso di fotografia che le ha regalato tempo prima. Non immagina che sarà proprio grazie a quest’ultimo che lei lo smaschererà. E dopo aver appurato con i suoi occhi, distrutta nel corpo e nell’anima deciderà di vendicarsi, usando il suo uomo per un’ultima volta… mettendosi per un attimo nei suoi panni.

“Trovò solo un abisso di dolore e odio. E finalmente la sua voce: Spero che ne sia valsa la pena, Andrew.”

Solo in quel momento il bel dottore capirà di aver perso l’unica donna della sua vita, il suo amore. Cercherà di riaverla in ogni modo ma lei andrà avanti facendosi una nuova vita fin quando…
Non posso e non voglio dirgli altro perché altrimenti vi toglierei la curiosità di leggerlo. Voglio solo dirvi che questa storia è autentica, carica di sentimenti contrastanti ma soprattutto di amore con la A maiuscola.

“Perché l’amore, ormai lo aveva capito, poteva essere complesso, ambivalente, imperfetto, traditore, eppure reale. Lo aveva capito e lo aveva accettato, ed era pronta a rischiare di nuovo, pronta a perdonare se stessa e chi un tempo le aveva spezzato il cuore.”

5 Stelle




lunedì 24 luglio 2017

Recensione "PASSIONI PERICOLOSE" di Ellie McLaren





SINOSSI

ATTENZIONE: IL ROMANZO CONTIENE SCENE DI SESSO ESPLICITO. SI CONSIGLIA LA LETTURA AD UN PUBBLICO ADULTO.
ASTENERSI PERBENISTI E MORALISTI!
 

Dal romanzo:
Ho perso me stesso quando ho fatto di sesso e soldi la mia vita.
Ho perso l’animo quando ho puntato alla carriera, quando ho messo da parte il cuore e la ragione...


Sono ricco da fare schifo e le donne non mi mancano, ma quando nella vita possiedi già tutto, non puoi fare a meno di desiderare sempre di più. 
Più soldi, più fica, più potere.
E poi seguo sempre le tendenze del momento per quanto riguarda gli affari. L'est è il futuro, anche per il sesso. Sui migliori canali porno del web, i filmati con giovani protagoniste dagli occhi a mandorla sono quelli che ottengono le migliori visualizzazioni. 
La villa del piacere è il mio nuovo mondo, la mia nuova perversione, il mio nuovo lavoro ma in questo covo di prostitute giapponesi c'è lei. Namie Tanaka. Occhi malinconici e po' sbilenchi.
Lei è tutto fuorché una donna che può mettere in vendita il proprio corpo. La odio perché non posso amarla, ma è mia. 
Guai a chi la tocca e mi sento un diavolo perché troppe persone le hanno messo gli occhi addosso, troppi sono quelli che la desiderano o che desiderano farmela pagare per vendetta...
Prima o poi finirò in un mare di guai.

Un romanzo dall'alto contenuto erotico




LINK D'ACQUISTO



RECENSIONE

L’ultimo libro che ho letto è il romanzo di Ellie McLaren, i cui protagonisti, Austin e Namie, mi hanno tenuta con il fiato sospeso fino all’ultima parola.
Sicuramente è un romanzo forte, con scene di sesso esplicite.
Mi complimento subito con l’autrice per la capacità espressiva e la bravura nella descrizione di scene imbarazzanti e insolite.
Austin, uomo di successo e schiavo dei vizi, padre di due figli che adora e marito di una donna che l’ha sposato solo per denaro e che lui non ama più, è alla perenne ricerca di “qualcosa” che plachi la sua insaziabile sete.
Con il socio danno vita a un nuovo progetto e così incontra Namie…
Da qui un susseguirsi di emozioni e non solo…
Anche se questo libro merita veramente di essere letto, se non altro perché scritto veramente bene, non  ho condiviso alcune scelte dell’autrice.
Mentre Austin è descritto veramente bene, con pregi e difetti, si sa molto poco di Namie, della quale l’autrice ci svela qualcosa solo nelle ultime pagine del romanzo.
Sarebbe stato interessante approfondire anche la sua conoscenza, dato che il suo personaggio ha una certa rilevanza nella storia.
Credo di avervi già detto troppo, ora non vi resta che farvi rapire da questo nuova avventura .
Attenzione però, ricordo che il libro contiene scene erotiche, per cui  mi permetto di sconsigliarlo a chi non è amante del genere.

3 stelle




Anteprima "STRANGE LOVE" di Paola Garbarino

Data di pubblicazione: 27 luglio 2017
E-book: 2,99 euro.
Cartaceo: 12,99 euro
Inizialmente l’e-book sarà pubblicato in esclusiva su Amazon (Ku disponibile).
Pagine: 240.

Dalla stessa autrice del romance “Non ricordo ma ti amo”, bestseller di Amazon. Della serie new adult “Stars Saga” (“Come la coda delle comete, “Black Hole”, “Supernova”, “Pulsar”, “Starburst” e “Stella polare”); e del fanta romance “Il popolo dei Sogni”.



SINOSSI

Può, una sola notte, cambiare la nostra esistenza, anche quando andiamo avanti senza sapere ciò che lasciamo indietro?
Tommy conosce Azzurra, a 17 anni, durante l'Heineken Jammin’ Festival, nel giorno della terribile tromba d'aria che provoca feriti e fa annullare il resto del concerto, compresa la
performance dei Pearl Jam, per la quale entrambi erano lì coi rispettivi amici. I due ragazzi trascorrono un'appassionata notte in un albergo ma, al mattino, lei se ne va senza svegliarlo.
Dieci anni dopo, appena arrivato all'Acquario di Genova per lavorarvi come biologo, Tommy incontra Azzurra, con un bambino che gli somiglia in modo impressionante.


“Ero agganciato ai suoi occhi, non volevo nemmeno socchiuderli, non volevo perdermi un solo secondo di lei, desideravo imprimere la sua immagine, la sua stupenda immagine, nella mia retina; e mappare totalmente il suo corpo, riscoprirlo, riesplorarlo di nuovo come avevo fatto dieci anni prima.”

Un romanzo intenso e divertente, commovente e romantico.
La storia, autoconclusiva, è narrata in prima persona da Tommy, a parte l’ultimo capitolo in cui appare il punto di vista di Azzurra.



ESTRATTO

“Azzurra!” udii e seppi di essere stato io ad aver chiamato il suo nome, forte abbastanza perché lei mi sentisse.
L’istante in cui i suoi occhi agganciarono i miei fu come al rallentatore.
D’improvviso non c’era più rumore, non c’era più confusione. C’erano soltanto quegli occhi castani, dorati intorno alle pupille, dentro ai miei.
Com’erano stati quella notte. Occhi negli occhi. L’uno dentro l’altra, per ore. Agganciati sia con lo sguardo che con i corpi.
Ero di nuovo lì, avevo ancora diciassette anni, tutta la vita davanti, molti sogni, una famiglia che si amava, il delirio di onnipotenza adolescenziale.
Ero di nuovo lì, sentivo l’odore dell’erba bagnata, il rumore della tromba d’aria, il freddo dei vestiti umidi… e poi il profumo di Azzurra, il suono dei nostri respiri accelerati, il calore della nostra pelle che scottava.
Cazzo!
Ero lì, con una sconosciuta che mi aveva rubato qualcosa dentro.
Ero lì ad accarezzare il suo tatuaggio sulla schiena, a lisciare le sue ciocche blu indaco, a lasciarmi viziare dal suo gioiello sulla lingua.
Ero di nuovo in quella camera d’albergo, a rotolarmi nel letto con una sconosciuta, al suono dei Pearl Jam.
Ero dentro a quella notte, a quelle poche ore che mi avevano dato e preso tanto.
Poche ore che non avevo dimenticato, che erano valse molto di più, che erano state intense in un modo che non avevo mai più provato.
E me ne rendevo conto solo ora, di quanto quella notte fossi stato fulminato da lei.
Perché era la stessa cosa che sentivo adesso.
Un fulmine!
Un’altra tromba d’aria che m’investiva ma stavolta ero fermo sul suo cammino, non mi stavo riparando da nessuna parte.
Lei si mise una mano alla bocca, spalancò gli occhi.
Ero di nuovo un diciassettenne un po’ imbranato e non trovavo le parole.
E rimanemmo un lungo istante a fissarci.
Poi mi avvicinai e lei si avvicinò, senza smettere di guardarci.
Mi sentivo dentro un terremoto emotivo, stavo perdendo il mio abituale controllo, la mia razionalità era appena andata a fanculo.
Era tutto assurdo, come essere finito dentro una puntata di quelle telenovele piene di colpi di scena sentimentali che seguiva mia nonna.


BIOGRAFIA


Paola Garbarino è nata a Genova il 30 novembre 1974. Ha studiato Letteratura e Arte e insegnato a lungo nella Scuola pubblica. Ha viaggiato molto e vissuto in Finlandia, Corea del sud e Inghilterra. Attualmente vive in un esotico luogo del mondo assieme al marito e alle due figlie e sta scrivendo una nuova storia.

Contatti paolagarbarinowriter@gmail.com https://paolagarbarino74.wixsite.com/author-site https://web.facebook.com/paolagarbarinowriter https://twitter.com/paolagarbarino2 https://it.pinterest.com/paolagarbarino5/ https://www.instagram.com/labyrinth74/

Playlist del romanzo:
https://www.youtube.com/playlist?list=PL-QTADLvKqxA32KshmRMoe29wMmVaxrel








RECENSIONE

Può, una sola notte, cambiare la nostra esistenza, anche quando andiamo avanti senza sapere ciò che lasciamo indietro?
Direi proprio di sì.
Questo quello che succede ai due protagonisti dell’ultimo libro di Paola Garbarino “Strange Love – Per una Sola notte”
Azzurra e Tommy non si conoscevano prima. La loro passione per i Pearl Jem li porta a scontrarsi, ad unirsi e amarsi in una sola notte. E quella notte tutto cambia.


“Mi sto svegliando. La notte mi torna addosso all’improvviso e i ricordi mi travolgono, emozionandomi come non mai”


Il giorno porta via ogni promessa fatta, ogni emozione provata. I due adolescenti si lasciano andare per non ritrovarsi mai più; ma il destino, si sa bene, ha molta più fantasia di noi, e con 10 anni di ritardo, si fa perdonare, facendoli ritrovare.
Circostanze diverse, avverse e …particolari. Le loro vite cambiate e stravolte, ma qualcosa dentro di loro non è mai cambiato.


“C’è stato un periodo nella mia esistenza in cui avevo pensato ad Azzurra almeno una volta al giorno; più volte al giorno. Poi la vita mi aveva dato altre cose a cui pensare. Ma c’era ancora una parte di me, diciassettenne, che si chiedeva come avessi fatto a provare quel che avevo provato mentre lei evidentemente non avevo sentito nulla di tutto ciò”


Azzurra ha molto da raccontare a Tommy, un segreto che porta dentro da troppo tempo. Fa male, ma che è stata la sua unica ragione che l’ha spinta a vivere e sopravvivere, a mettere da parte i suoi sogni e a renderla la Donna magnifica che è diventata.

“Non eravamo altro che pietre, la tua luce ci ha resi stelle”


Non svelerò nulla di più di questo libro, perché va letto. Sotto l’ombrellone, distesi sul divano, su un amaca, dove volete, ma non potete esimervi da questa storia.
Adoro Paola e la sua scrittura, sempre precisa, fluente, mai fuori luogo nei suoi dialoghi e mai banali. Le sue storie, avendo avuto l’onore di leggerne più di una, sono sempre molto originali.
È una storia che sottolinea come due anime, pur viaggiando tanto, l’una lontana dall’altra, tornano sempre nel luogo e nel modo in cui sono destinate: essere insieme.
Grazie come sempre Paola per le emozioni che mi regali ogni volta che mi immergo tra le tue parole. Tra i tuoi libri.

5 stelle


Presentazione "IL NOSTRO AMORE NON FA RUMORE" di Lucia Tommasi

TITOLO: Il nostro amore non fa rumore

GENERE: New Adults

Romanzo autoconclusivo.

USCITA: 25 Luglio 2017 ebook

BIOGRAFIA: Lucia Tommasi ha venticinque anni e vive in un piccolo paese della Sicilia. Ama leggere, scrivere e ama molto gli animali.
Fin da piccola ha sempre avuto una fantasia smisurata e non appena è cresciuta, incoraggiata dalle fan di Facebook ha iniziato a pubblicare in digitale, riscuotendo un moderato successo




SINOSSI

In una tranquilla vigilia di natale, Mya non ha idea di come cambierà la sua vita e la sua relazione con Carter, un ragazzo affascinante e di buona famiglia, ma con un carattere pessimo. Quella fatidica sera incontra Deran il collega di suo fratello Mason, dal fascino ribelle, scontroso e tormentato. L'alchimia tra i due è forte, cosa che le fa mettere in dubbio tutta la sua vita da un giorno all’altro.
Deran è un poliziotto con tanti problemi e dipendenze, ma sa che non può fare a meno di lei, anche se rischia di plagiarla.
Non appena i suoi occhi si posano su Mya si sente perso, il suo cuore si stacca dal petto. Vuole lei.
Mya è combattuta. Da un lato ha un uomo ricco e potente, dall’altra un semplice poliziotto testa calda, che la mette ogni volta nei casini.
Cosa farà Mya? 
E soprattutto cosa succederà quando lo scopriranno il gelosissimo Mason e il violento Carter?


ESTRATTI

E adesso? Come mi libero da lui? <<Ho un idea!>> Lo sposto, appoggiandogli le mani sul petto e mi alzo. Felice di averla scampata anche questa volta.
Inizio a sfilarmi il vestito, rimanendo con il solo reggiseno e mutandina brasiliana, addosso. Non so quanto sia una buona idea. Deran mi fissa come un cane in calore. 
Io non volevo farmi baciare, quindi mi spoglio! Brava Mya! Buona idea.
<<Non credo sia un ottima idea>> Dice. Sorrido. <<Non sorridere, Mya! Ti stai cacciando nei guai>>.
<<Se sono nei guai è per merito tuo. Io dovrei essere a letto in questo momento. Sei tu che mi porti sulla cattiva strada>> 
Si morde il labbro inferiore e continua a fissarmi con gli occhi stavolta messi a fessura.
<<Che vorresti fare in intimo davanti a me?>> Mette le braccia all’indietro per appoggiarsi e si gode la vista. <<Sono abbastanza curioso>>.
Mi mordo il labbro e sono consapevole che ogni cosa che sto facendo è un passo in più verso la scarpata che mi farà cadere giù negli abissi. <<Non l’hai ancora capito?>>
<<Spiegami!>> La sua voce è goduriosa e rauca. <<Sono tutto orecchie!>>
<<Bagno!>>
Spalanca gli occhi. <<Bagno?>> Mi sa che non si aspettava minimamente che volevo fare il bagno di notte. <<Mya siamo a Dicembre e la temperatura non è come quella estiva. Ci sono quindici gradi circa, vuoi veramente fare il bagno? Non abbiamo neanche qualche telo di spugna per asciugarci.>>
<<Bailey! Ti spaventa un po’ d’acqua fredda?>> Lo chiamo per cognome per rendere la cosa più seria e divertente.
Si alza e si sfila la maglia dalla testa. <<Io non ho paura per me>> Si slaccia i jeans e sfila tutto insieme alle scarpe e ai calzini. <<Semmai ho seriamente paura per te>>.
E’ in boxer davanti ai miei occhi. Il suo fisico, Dio Santo! Il suo fisico! E’ qualcosa che ho visto solo nei film. E’ palestrato al punto giusto, sarà tutta la palestra che gli fanno fare nella polizia. Il suo corpo è coperto almeno al cinquanta percento di tatuaggi bellissimi. Sembra una scultura! Le gambe toniche e muscolose al punto giusto e Madre di Dio! Quelle vene tese sull’inguine che entrano nei boxer sono qualcosa di illegale. Dovrebbe essere arrestato per quelle vene così in mostra. Non oso immaginare cosa c’è dentro quei boxer.
<<Ti faccio un’altra proposta però!>> Non vuole proprio bagnarsi il signorino.
<<Non vuoi bagnare il tuo fragile corpicino?>> Lo prendo in giro.
<<Fragile?>> Inarca un sopracciglio e un mezzo sorriso malizioso gli spunta sul viso. Mi sto cacciando nella merda più assoluta. <<Ti propongo una cosa più seria di quella del bagno adesso>> Cosa? <<Nudi!>> Si, come no! Questa è vecchia ormai. Il ragazzo che chiede alla ragazza il bagno nudi solo per vederla nuda.
<<Si, certo, come no!! Sii serio!>> 
Mi fissa con gli occhi di un falco. <<Sono serio!>> La sua voce sembra un ruggito. Sto per sciogliermi. <<Che c’è? La principessa ha paura di spogliarsi nuda?>>
E adesso? <<Io non ho paura!>> Mi volto verso il mare, dandogli le spalle e… CHE CAZZO STO FACENDO????
Sfilo mutandine e reggiseno e guadandolo da sopra la mia spalla lo sfido. <<Io ce l’ho il coraggio, tu?>>
Corro in acqua e mi immergo completamente. Porca paletta se è fredda.
Bagno i capelli e spero che il trucco non coli o sembrerò un mostro.
Vedo arrivare Deran e mi volto immediatamente. Cazzo! E’ nudo davvero. Che diavolo sto facendo? Ho cercato tutta la sera di non farmi baciare e adesso sono nuda in acqua con lui.
Non finirà bene!

Recensione "LA DOLCEZZA PUO' FAR MALE" di Daniela Volontè (NEWTON COMPTON)





SINOSSI

Jack Lang è uno scrittore di gialli di fama internazionale e non vuole mai comparire in pubblico. Dietro al suo pseudonimo si nasconde Gabriele Neri, un uomo la cui esistenza è stata stravolta dal diabete e dalla mancata accettazione della sua nuova condizione.
Cassandra Accorsi divide l’appartamento e il lavoro con la sua migliore amica, Elisa. È una web designer e il suo ufficio si trova tra il salotto e la cucina. Cassandra ha paura di viaggiare da sola e quando, per cause di forza maggiore, deve partire da Roma alla volta di Milano, accetta di condividere l’auto con una compagna di viaggio. Peccato che invece di una ragazza, sarà Gabriele a rispondere al suo annuncio.
Arrivati a Milano, dopo un viaggio disastroso, entrambi sono più che felici di dirsi addio, ma il destino ha deciso di rimescolare le carte, e per entrambi ha in serbo una sorpresa…

Daniela Volonté

È nata a Como, ha una laurea in Economia e Commercio e una in Scienze della Comunicazione, e tra l’una e l’altra ha lavorato come impiegata. Il suo sogno era diventare correttrice di bozze, per poter conciliare lavoro e famiglia. Scrive per passione, ma lo fa a tempo pieno, perché vi dedica ogni minuto libero della sua giornata. Con la Newton Compton ha pubblicato Buonanotte amore mio, diventato subito un bestseller ai primi posti delle classifiche, L’amore è uno sbaglio straordinarioNon chiamarmi di lunedì, La meraviglia di essere simili e, in ebook, Sei l’aria che respiro.






RECENSIONE

In questi giorni ho avuto il piacere di leggere il nuovo libro scritto da Daniela Volontè.
Gabriele, alias Jack, scrittore di successo, e Cassandra, web designer , sono i protagonisti di questo romanzo.
Si incontrano per caso e altrettanto casualmente si ritroveranno scoprendosi, conoscendosi, confidandosi, accarezzandosi l’anima reciprocamente.
Lui, bello e misterioso, a tratti addirittura scontroso e maleducato, ha eretto intorno a sé un muro, a causa del rifiuto di una malattia che ha scoperto di avere da pochi anni.
Entrambi hanno storie “sbagliate” alle spalle, che hanno lasciato strascichi di insicurezze e paure…
Cadranno muri, si allargheranno confini e anime pure si fonderanno in un canto d’amore assoluto e vibrante…
Ma il loro amore sarà tanto forte da riuscire a superare gli ostacoli che la malattia di Gabriele metterà sul loro cammino?
Lo lascio scoprire a voi, pagina dopo pagina, emozione dopo emozione…

Ho amato le insicurezze di Gabriele e la vivacità di Cassie, ho adorato la scrittura fluida, chiara e semplice della Volontè.
Ci racconta una storia d’amore tanto semplice quanto speciale, tanto intensa e vera.
Direi che questo libro è perfetto nella sua semplicità.

5 stelle