mercoledì 21 giugno 2017

Presentazione "LOVE IS A DANGEROUS GAME" di Giuseppina Vitale



Titolo: Love is a dangerous game
Autore: Giuseppina Vitale
Data di pubblicazione: 21 giugno 2017
Genere libro: Young Adult autoconclusivo
Formato disponibile: Kindle/ Cartaceo
Prezzo: 0,99 – 10,00
Versione ebook gratis con Kindle Unlimited





Sinossi

 Alice Colombo è una liceale tutto pepe al quarto anno di ginnasio che sogna di fare l’attrice. Dalla tenera età di cinque anni non fa altro che seguire corsi per raggiungere il suo obiettivo. La sua occasione arriverà un giorno di fine estate, quando si presenterà a un casting per l’agenzia di moda più famosa di Milano. Quale modo migliore di entrare nello showbiz se non la passerella? All'inizio del nuovo anno scolastico conoscerà Erick Riva. Il classico cattivo ragazzo schivo e diffidente. Cosa nasconde il nuovo arrivato? Perché sembra avercela con il mondo intero? Riuscirà la ragazza a scalfire la sua corazza?




Recensione "DOVE VAI TU" di Benedetta Cipriano





SINOSSI

Keira

Sono stata tradita, illusa, umiliata.
Sono scappata.
Sono diventata un’anima, mille anime, mille corpi.
Mi sono confusa tra la gente, ho camuffato il mio dolore.
Sono il buio, sono la notte più nera e senza stelle.
Lui è la mia luce, la mia chiave d’accesso alla libertà.
Ma io non mi lascio ferire.
Io ferisco.


Dave

Lei stava scappando.
Io sono stato un complice inconsapevole della sua fuga.
L’ho rinnegata, l’ho detestata, demolita, abbattuta.
Ho provato a dimenticarla.
Ho fallito.
Ma adesso lei è qui, i suoi occhi puntati nei miei.
Mi guarda, mi sorride, mi uccide.
E io lo so, mi ferirà.



LINK D'ACQUISTO



RECENSIONE

Il libro di cui vi parlo oggi si intitola “Dove vai tu” di Benedetta Cipriano. È la storia di Dave e Keira che si conoscono per caso quando affrontano un viaggio in macchina insieme verso San Diego. Keira faceva l’autostop per fuggire dalla sua vecchia vita o meglio dal fallimento di essa, mentre Dave era diretto a San Diego per insegnare filosofia in un college. Il loro viaggio è abbastanza silenzioso, intervallato da alcune frasi di filosofi tra i quali Platone, espresse proprio da Dave. Ma quello è un momento che rimane impresso indelebile nella mente di entrambi. Passano quattro anni e i due ragazzi si incontrano di nuovo proprio in quel college perché Keira sceglie Platone per la sua tesi di laurea, dandogli una forte importanza ricordando quel viaggio…quando si era sentita abbandonata e tradita da tutta la sua famiglia…ma trovando un barlume di speranza nelle frasi citate da Dave. Inizia così un rapporto strano alunna/insegnante, amico/confidente, che non oltrepassa mai i confini. Dave è fidanzato da dieci anni ormai con Becca e Keira è ancora profondamente ferita e arrabbiata con suo padre e questo le fa vivere mille vite diverse dalla sua, dove si veste di maschere e vive di sconosciuti per cercare di alleviare le sue sofferenze.


È un libro intenso, un libro che lascia il segno…come dico a volte, è uno di quei libri che ti rimangono addosso per qualche giorno dopo che lo hai finito. La rabbia, la delusione, la sofferenza di Keira ti si cuciono addosso, le vivi, le senti, le percepisci.


“In quel momento, alzai gli occhi e mi guardai nella specchio dietro al bancone. Il rimmel era colato lungo le guance, eppure quel giorno non avevo optato per un look troppo aggressivo: solo un filo di trucco sul viso. Le lacrime scendevano ancora copiose e nere lungo i miei zigomi, fino a precipitare veloci verso la bocca. Erano lacrime tristi quanto la mia anima, ma almeno non erano incolori.”


È un libro che parla di sentimenti e di emozioni forti. Dave e Keira sono stati feriti entrambi dalla figura paterna e fino a che non riusciranno a perdonare, la loro vita non andrà avanti.

“L’immagine dell’uomo che avevo amato c’era ancora, da qualche parte, non si era dissolta nel nulla, come cenere nel vento. Nei pochi minuti della telefonata avevo avuto conferma che le parole nelle sue lettere non erano una finzione: l’amore che lo legava a me era reale, presente e vivo. E anche se non ero pronta a perdonarlo, né avevo alcuna intenzione di andare a trovarlo in carcere, la sua voce mi aveva ricordato l’importanza che avevo per lui e che non sempre l’amore si disintegrava di fronte alle difficoltà, anche quelle più grandi. Il mio affetto per lui era instabile e crepato, ma da qualche parte viveva ancora dentro di me.”



È una trama che tiene il lettore incollato alle pagine, supportata dal fatto che la scrittura è con il pov alternato di entrambi. La storia è ben strutturata e ad un certo punto ho anche temuto, ho avuto una stretta al cuore…ero pronta ad arrabbiarmi, invece la scrittrice non mi ha deluso. È stata molto brava a calibrare le vicende che si sono susseguite fino alla fine. Un libro che consiglio assolutamente. Complimenti all’autrice. Buona lettura.


5 stelle




Recensione "ANIME DI LUCE - PERSEO" di Lina Giudetti



SINOSSI

Romanzo questo, in chiave molto romantica della storia dell'eroe greco Perseo che non seguendo fedelmente gli schemi e le allegorie della mitologia greca, si concentra per lo più sulla tenera storia d'amore proprio tra Perseo e la bella ed eterea principessa Andromeda. Lei, per volere dell'oracolo di Ammone, viene incatenata nuda a una roccia sulle coste di Israele e proprio quando dieci guerrieri rudi e irruenti giungono lì per caso con una nave e cercano di violentarla, Perseo, trovandosi in volo con Pegaso, interviene e la salva.
Vengono comunque anche narrate come in una favola antica, la nascita, l'infanzia e la gioventù vissuta da lui, bello e coraggioso cavaliere senza macchia che vivrà un costante rapporto conflittuale con la propria natura di mezzosangue. Perseo infatti, è il figlio che il grande Zeus ha avuto con la mortale Danae, ma scoprirà questa verità, solo quando si appresterà a compiere sedici anni perché sarà il suo stesso fratello Hermes a rivelargliela.
Cresciuto per anni sull'isola di Serifo e divenuto uno tra i guerrieri più forti di Atena, egli non tradirà mai la sua natura di angelo di bontà disceso dal cielo con il preciso fine divino di risollevare le sorti di Argo, la sua reale terra d'origine dominata dalla tirannia di Acrisio.

Questa versione di Perseo non narra avventure di guerra, né le solite battaglie tra le forze del bene e le forze del male, ma rivisita in chiave libera, alternativa, sentimentale e fantasiosa, la versione del mito medesimo scritta da Ovidio nel quarto libro de' "Le Metamorfosi".

Anime di luce è il titolo di una sorta di saga ibrido di tematiche basate sulla mitologia greca e tematiche basate sulla leggendaria Atlantide. "Perseo" è un romanzo che collegandosi agli altri romanzi (parte di una duologia) "Miracoli ad Atlantide" e "Tumulto ad Atlantide" - che pure hanno come protagonista secondario Perseo in scene inedite dunque qui non contenute - ne rappresenta solo un episodio.
 



LINK D'ACQUISTO



RECENSIONE

Salve amici librosi, oggi sono qui per parlarvi di Anime di luce - Perseo di Lina Giudetti.Una rivisitazione molto interessante in chiave romantica della storia di Perseo, uno dei più famosi eroi della mitologia greca. Lo stile dell'autrice è accattivante e coinvolgente, sembra quasi di leggere una favola antica. Pian piano che andavo avanti mi sono innamorata di Perseo come se fosse un personaggio reale. La Giudetti è stata fantastica nel tessere la trama. Ci regala una visione del percorso di questo semidio molto ampia. Da tutte le difficoltà che ha incontrato, al rapporto speciale che ha con la madre umana e con il padre divino che ha finalmente conosciuto a sedici anni.
«Anche mia madre ha molte virtù, credimi. Mi ha allevato da sola con una grande forza d’animo sull’isola di Serifo dopo che mio nonno ci aveva gettati in mare in una barca perché non ci voleva lì con lui nella città di Argo e quanto a mio padre, l’ho conosciuto soltanto all’età di sedici anni. Gli voglio molto bene, ma lui e mia madre sono due cose molto diverse ed io… mi trovo nel mezzo… sono solo per metà atlantideo e non hai idea di come ci si senta a essere dei mezzozangue»
Ho amato il suo desiderio di lottare per le cose giuste e non ho potuto fare a meno di sognare per la sua dolcissima storia d'amore con Andromeda. Quando sono giunta alla fine e ho scoperto che il romanzo era finito ci sono rimasta male, volevo leggerne ancora. Faccio i miei complimenti a Lina Giudetti e consiglio questa lettura agli amanti della mitologia greca e chi come me, ama il fascino delle storie dal sapore antico.

5 Stelle


Recensione "IO CON TE" di Vera Della Notte



SINOSSI

Marco e Arianna sono due affermati professionisti. Lui gestisce uno studio medico dove fa lo psicologo; lei lavora come sua dipendente, sempre in veste di psicologa. A unirli però, non c’è solo il lavoro. Tra loro infatti è forte la tensione sessuale, che sfocia in un primo rapporto passionale, che poi si sviluppa in una serie di “giochi erotici” sempre più spinti. Tutto cambia, però, quando ad Arianna viene proposto di lavorare come terapista esterna presso un noto ospedale psichiatrico. Il destino vuole che le sia affidata come paziente Nora, una giovane donna abusata dal patrigno e rinchiusa da anni nella struttura. Nora, infatti, dopo la violenza subita si è vendicata appiccando un incendio nella casa al mare dove perdono la vita, come tragica conseguenza, sua madre e il suo patrigno. 
Arianna finisce così per scoprire che Nora è la sorella di Marco. Decide di parlarne col suo amante, che però reagisce con rabbia e freddezza, arrivando a licenziarla e a voler chiudere i rapporti con lei. Ferito e amareggiato, Marco si chiude sempre più in se stesso, concentrandosi solo sul lavoro e sul suo ruolo di professionista impeccabile. Col tempo, però, capisce il suo errore. Un errore che gli ha strappato l’unica donna che sia mai riuscita a entrargli nel cuore.



LINK D'ACQUISTO



RECENSIONE

Oggi vi parlo del libro di Vera Della Notte : “Io con te”.
Due protagonisti, Arianna e Marco, entrambi dal carattere forte e con un passato importante alle spalle, che si trovano a dover affrontare delle situazioni che tornano e che fanno ancora soffrire.

“Arianna gli aveva stravolto la vita e non solo per il sesso. C’era qualcosa in quella donna che gli dava la gioia di vivere. Però lei aveva sbagliato. Lui l’aveva avvisata e la cosa era finita”

Proprio l’ombra di un fatto accaduto anni prima si insinua nella loro relazione e lascio scoprire a voi, come sempre, le conseguenze che avrà sulla loro storia.
Un legame molto particolare, dove il rapporto sessuale(poco tradizionale) gioca senza ombra di dubbio un ruolo fondamentale.

“Con Marco aveva scoperto quei “gusti particolari” che spesso le facevano pensare di essere immorale, ma che nonostante tutto le piacevano”

Il libro è scritto in terza persona e alterna momenti passati e presenti, fornendoci quindi una visione della situazione a 360 gradi.
La trama è interessante e la storia ben scritta, i sentimenti e le emozioni che vivono Arianna e Marco palpabili e intensi.
Le idee però sono sviluppate in modo un po’ “frettoloso” e i personaggi secondari introdotti solo superficialmente, anche se a volte il loro ruolo nella vicenda è fondamentale.
Sembra, in certe parti del libro, che l’autrice avesse voglia di arrivare alla fine, mentre una descrizione più dettagliata o un’analisi più profonda di una determinata situazione avrebbero reso il libro più interessante.
Romanzo che merita di essere letto perché Vera Della Notte è stata molto brava nel raccontare i fatti con una scrittura scorrevole e fluida.

3 stelle

Presentazione "SCEGLIERE DI AMARE" di Francesca Palamara




TITOLO: SCEGLIERE DI AMARE
EDITORE: Self Publish
GENERE: Paranormal Romance
DATA PUBBLICAZIONE: 16 GIUGNO 2017
FORMATO DIGITALE: 0,99€ (in offerta speciale per la prima settimana, successivamente sarà a 1,99€) gratis con KU
FORMATO CARTACEO: disponibile da fine Giugno.




Sinossi

Ivan e Diego sono amici sin dai tempi delle scuole, il loro è un legame che nemmeno l’amore verso la stessa donna riuscirà a scalfire; fino a quando nella vita di Ivan compare Gabriele, un arcangelo che sconvolgerà la sua vita e la stravolgerà. Ivan si ritroverà di fronte a una scelta, impossibile da prendere, ma dovrà farlo proprio in virtù dell’amore che lo lega a Miriam e del profondo affetto che nutre nei confronti di Diego, che è per lui molto più di un fratello.
La scelta che farà avrà conseguenze non solo per lui, ma nessuno può sottrarsi al proprio destino, soprattutto se questo è già segnato.
Sarà appunto Gabriele ad aiutare Ivan nel tortuoso cammino che lo attende e una volta presa la decisione non si torna più indietro.
Una storia d’amore, amicizia e di legami che vanno oltre ciò che è visibile agli occhi, perché non si può scegliere chi amare, ma si può semplicemente scegliere di amare.



mercoledì 14 giugno 2017

Nuova uscita in casa ELISTER EDIZIONI


"Quando ho aperto la Elister Edizioni desideravo non solo pubblicare romanzi che avrei voluto trovare in vendita e dare visibilità a esordienti meno fortunati che potevano finire vittime delle CE a pagamento o di agenti poco corretti, ma volevo anche dare il mio contributo alla società pubblicando anche libri di un certo rilievo sociologico e culturale (senza togliere nulla a tutti gli altri autori e opere) come saggi e tesi su alcune delle problematiche più scottanti della società.
Finalmente questo momento è arrivato grazie a Valentina Cardellini che mi ha concesso l'onore di pubblicare la sua tesi "La guerra dei generi", un saggio sulla violenza contro le donne.
E per farvi capire l'impegno della Elister Edizioni, vi informiamo che quest'opera verrà messa in commercio a titolo gratuito a partire da sabato 17 giugno 2017!"


Elisa Ester Zurzolo - Editore



Titolo: LA GUERRA DEI GENERI

Autore:VALENTINA CARDELLINI

Editore: Elister Edizioni

Formato: ebook

Uscita: 17 GIUGNO 2017

Prezzo: GRATIS





“La guerra dei generi” si propone di analizzare la tematica della vittimizzazione femminile, in particolare per mano dei partner o degli ex partner all’interno di una relazione, passata o presente, di tipo affettivo.
Lo studio inizia da una prospettiva storica quanto ai movimenti femministi degli anni ‘70 e ‘80 (Parte I) per evidenziare il riconoscimento positivo dei diritti delle donne prima inesistenti (sul lavoro, all’interno della famiglia e come singole persone). Nello specifico, vengono esaminati: l’iter normativo circa le leggi che hanno attribuito alle donne la parificazione all’uomo – quantomeno “su carta” – in ambito lavorativo (stipendio, mansioni, cariche professionali, ecc.); i diritti nella famiglia (es. potestà genitoriale); il diritto all’aborto; il riconoscimento del reato di violenza sessuale come reato contro la persona e non più contro la moralità pubblica e il buoncostume.
In secondo luogo (Parte II), viene esaminata la rappresentazione della figura femminile nella contemporaneità (specie per mezzo dei mass media) e la sua condizione di sottomissione psicologica in continuità rispetto al passato (e in contrasto con l’ottenimento dei diritti citati). Vengono presi in esame documentari, saggi e teorie di filosofe e sociologhe contemporanee, che, a loro volta, si riferiscono a precedenti teorie applicate alla tematica in questione.
In seguito, vengono elencate e studiate le manifestazioni odierne di misoginia, nonché la relativa normativa penale, con particolare riferimento alle forme di violenza concretizzantisi negli atti persecutori (stalking) e nel femminicidio (Parte III). Questa sezione, più tecnica sotto il profilo giuridico rispetto alle altre, serve a comprendere l’impianto normativo oggi presente nella legge penale italiana, con l’evidenziazione di alcuni passaggi fondamentali che collegano il discorso più strettamente giuridico con quello sociale, attualmente emergenziale.
Nell’ultima parte (Parte IV), vengono portati come esempi alcuni casi di cronaca, tra i quali la vicenda Annibali-Varani del 2013 e la storia di Sara Di Pietrantonio, risalente alla primavera del 2016. Inoltre, è spiegata la prospettiva dei Centri antiviolenza, cioè gli istituti più vicini alle donne durante il processo di allontanamento di queste ultime dalla violenza che, spesso, si verifica nel contesto relazionale domestico e intra-familiare. Il Centro antiviolenza di cui si parla nello specifico è la Casa delle donne per non subire violenza Onlus di Bologna.
Infine, sono inserite cinque interviste a due Magistrati, un Avvocato, un’operatrice del Centro antiviolenza Casa delle donne per non subire violenza Onlus di Bologna e un membro delle Forze di Polizia attivo nel settore studiato nell'elaborato in modo da verificare quanto analizzato “in teoria” nel corso del saggio con esperienze pratiche e vissuti professionali competenti per esprimere valutazioni di merito.



BIOGRAFIA

 Valentina Cardellini è nata nel 1990 a Bologna. Dopo essersi diplomata al Liceo Scientifico Statale “Augusto Righi” della sua città, si è iscritta alla Facoltà di Giurisprudenza presso l’Alma Mater Studiorum – Università degli Studi di Bologna.
Sin dall’inizio Valentina ha sviluppato un forte interesse per le materie storiche e sociologiche affrontate durante i diversi anni universitari. Al momento di sviluppare il progetto di Tesi di Laurea (marzo 2016), perciò, ha optato per un lavoro che mirasse a sviscerare un argomento di grande rilevanza attuale, la violenza contro le donne, in modo da prendere coscienza dell’entità della questione, nonché assumere una nuova consapevolezza e responsabilità morale sul problema sociale per divenire cittadini più preparati e pronti rispetto a un infido male che tutt’ora, come recita il titolo del saggio, conduce a una vera e propria “guerra dei generi”.
Altre pubblicazioni dell’autrice:
-          Il mistero del sogno nel tempo
-          Damelys – Un racconto di Natale

Recensione "NOI PER OGNI TUA MALEDETTA BUGIA & FUORI CONTROLLO (ALFIERI SERIES #2 #3) di Lucia Tommasi




RECENSIONE

Oggi vi farò conoscere la serie Alfieri letta per voi in queste ultime settimane.
Scritta dalle mani di Lucia Tommasi, e pubblicata in self, la serie è ancora in fase di sviluppo.
L’autrice si sta cimentando in un progetto molto grande: scrivere ben 10 volumi di questa Serie, e per ora ne sono usciti solamente 4.
Io vi parlerò del secondo libro “Noi: per ogni tua maledetta bugia” e del terzo “Noi: fuori controllo” (la recensione del primo la trovate sul nostro blog, fatta un po’ di tempo fa)
Dove eravamo rimasti?
Chi l’ha letto sa bene chi sono Serena, Andrea e Michele, per chi non ha avuto il piacere ancora di leggerlo vi farò un piccolo riassunto…
Andrea e Michele sono fratelli, Serena la donna di cui si sono innamorati. Andrea la sposa, ma i cuori di Serena e Michele si attraggono come calamite e anche se si fa finta di nulla, il loro richiamo è forte.
Nel secondo finalmente, Serena e Michele, iniziano questa storia d’amore, fatta di difficoltà e misteri, che Serena man mano che la trama prende il suo percorso, verranno svelati e scoperti dalla protagonista.
La storia è un susseguirsi di episodi, è veloce, fin troppo direi.
La Tommasi ha avuto moltissima fantasia raccontando ed intrecciando molti fattori in questo libro, che non svelerò per non rovinare la lettura, ma spesso ho trovato difficoltà a starle dietro.
Si passa spesso e volentieri alla descrizione di una scena, e nel rigo seguente, senza sapere né come né perché ci troviamo un salto temporale di mesi, o catapultati in una nuova scena.
Le descrizioni delle situazioni, delle emozioni, degli ambienti non esistono, non ti fa entrare in quello che è l’emozione della scena o quello che potrebbero essere le circostanze.
Grammaticalmente, anche, va rivista ed è un gran peccato in quanto a contenuti potrebbe anche esserci, l’idea della storia, di tutto l’insieme, ma non è scritta bene, sembra frettolosa, ci sono alcune scene che vanno descritte per la delicatezza del tema, ma non trovo nulla di questo.
Mi dispiace dirlo, ma non ci siamo proprio!
Il mio consiglio per la scrittrice è quello di rivedere la scrittura, di fare un buon editing e di migliorare la descrizione e i dialoghi. 

1 Stella